Il libero sabino ha le idee chiare sul proseguimento della stagione della formazione di coach Bargigli.

Valeria AgostiniIl campionato era partito in sordina, ma il Palombara di Bargigli rialza la china nelle ultime giornate dimostrando di voler crescere e fare bene. Non più in zona retrocessione ma nella zona playout. Non manca l’impegno di tutte e l’ottima guida del coach e del vice che, ogni giorno in palestra, lavorano alacremente per portare atleticamente in alto tutto il gruppo di queste giovani ragazze. Molte atlete “nascono” sportivamente nel Palombara, tra queste il libero Valeria Agostini che ci racconta l’esperienza di quest’anno e le prospettive stagionali.

Valeria, come sta procedendo il campionato dal tuo punto di vista, al di là della classifica nel girone?

“Sicuramente rispetto alle prime gare ci sono stati dei miglioramenti nonostante gli alti e i bassi. Essendo un gruppo molto giovane ci abbiamo messo un po’ ma qualche risultato è stato ottenuto”.

Obiettivi stagionali?

“Tra gli obiettivi abbiamo quello di evitare la retrocessione, dobbiamo salvarci. Sulla carta siamo in bilico, tra la zona rossa e la zona playout…ma saremmo potute stare tranquillamente nella seconda zona: abbiamo tutte delle ottime capacità e un buon gioco di squadra. Ma serve la giusta grinta, a maggior ragione perché siamo molto giovani, per compensare la differenza con le avversarie che arrivano con più esperienza”.

Il mister su quali aspetti tecnici vi sta guidando maggiormente?

“Ci stiamo soffermando sui fondamentali e in particolare su difesa e battuta”.

Quali sono le tue esperienze nel volley e come ti trovi a Palombara?

“Io sono “nata” nel Palombara; sono sei anni che sono qui e mi sono sempre trovata bene, e continuo a voler bene a questa società che prosegue nel puntare su di me offrendomi la possibilità di allenarmi con atlete di serie C, quindi di esperienza. Cosa che non sempre accade in altre società”.

Il tuo ruolo in campo?

“Gioco nel ruolo di libero, primo anno. E’ il mio ruolo preferito, lo desideravo. Sto cercando in tutti i modi di interpretare al meglio questo compito e so che c’è molta strada da fare”.

Hai praticato altri sport?

“La pallavolo è la mia passione più grande, nulla come il volley mi coinvolge, difficilmente rinuncerei agli allenamenti, partite…”.

Obiettivi personali come atleta?

“Per quest’anno mi sono prefissata di migliorare tanto in ricezione e di riuscire a tirare fuori carattere e carisma che deve avere un libero. Sono molto fiduciosa nel gruppo, nelle compagne”.

Condividi con i tuoi amici